Codice di condotta

1. Disposizioni generali

Il presente Codice di condotta disciplina le questioni generali alle quali gli utenti finali e la società devono ottemperare in relazione ai servizi di PLAYERUNKNOWN’S BATTLEGROUNDS (di seguito denominato il “Gioco”) forniti da PUBG CORPORATION (“PUBG”). Ha lo scopo di disciplinare in modo coerente i requisiti necessari ad affrontare varie situazioni che possono sorgere nel processo di utilizzo e fornitura dei servizi di gioco.

Le questioni non specificamente menzionate nel presente Codice di condotta saranno trattate in conformità con le Condizioni d’uso e la giurisdizione applicabile.

2. Variazioni nel Codice di condotta

Qualora PUBG decida di modificare il Codice di condotta al fine di migliorare la qualità del servizio di gioco, comunicherà la data di efficacia, i contenuti revisionati e le ragioni della revisione almeno 7 giorni prima della suddetta data, attraverso la home page del sito web di PUBG (https://www.pubg.com). Tuttavia, l’Utente sarà informato almeno 30 giorni prima dell’implementazione di tali variazioni, laddove queste fossero considerate questioni serie o potessero risultare sfavorevoli per l’Utente stesso. Se un Utente non dovesse rispettare il Codice di condotta modificato dopo l’ultima data di revisione, non sarà responsabilità di PUBG risarcirlo per le eventuali perdite subite a causa della sua mancanza di consapevolezza.

3. Doveri e responsabilità di PUBG

1) PUBG si impegnerà a eliminare le condotte scorrette descritte nel presente Codice di condotta per garantire che gli utenti godano pienamente del gioco.

2) PUBG non richiederà mai all’Utente la comunicazione della password e si impegnerà a tutelare e a gestire in modo sicuro le sue informazioni personali. Se tuttavia un ente statale o un’autorità giudiziaria dovesse richiedere a PUBG di fornire informazioni personali attraverso mezzi legali, PUBG sarà autorizzata a farlo.

3) PUBG riceve segnalazioni su tutti i tipi di bug ed errori attraverso il centro di assistenza clienti ufficiale e la community ufficiale di PUBG, e si impegna ad esaminare e correggere prontamente tali bug ed errori.

4) PUBG non interverrà né si impegnerà in attività e controversie tra due o più utenti finali in relazione ai servizi di gioco.

5) PUBG potrebbe limitare alcuni o tutti i servizi di gioco se dovesse determinare che tali situazioni anomale o non intenzionali ostacolano la fruizione del gioco.

6) Se l’Utente o un gruppo di utenti dovesse/dovessero compiere qualche azione che possa interferire con i servizi forniti da PUBG e pregiudicarne il godimento o che violi il presente Codice di condotta, PUBG, in conformità con i Criteri di applicazione di penalità per cattiva condotta specificati nel presente Codice di condotta, porrà dei limiti all’utilizzo dei servizi.

4. Responsabilità e diritti dell’Utente finale

1) L’Utente è tenuto a comprendere e osservare le Condizioni d’uso e il Codice di condotta di PUBG.

2) La Società si riserva tutti i diritti sui dati di gioco (personaggi, oggetti, valuta di gioco, ecc.) creati dall’Utente durante l’uso del servizio di gioco, mentre l’utente si riserva il solo diritto di utilizzare i suddetti dati.

3) In caso di trattamento ingiusto o danni derivanti dall’utilizzo del servizio di gioco, l’Utente avrà il diritto di ricorrere e correggere PUBG attraverso metodi e procedure legittime. Se l’Utente dovesse essere trattato ingiustamente o danneggiato da un altro cliente, avrà il diritto di farlo presente e di chiedere ad altri utenti di rispettare il Codice di condotta.

4) L’Utente ha l’obbligo di tenersi completamente informato sugli annunci ufficiali di PUBG e PUBG non sarà ritenuta responsabile per eventuali danni subiti dall’Utente derivanti da mancata consapevolezza in merito a tali annunci.

5) All’Utente non è consentito generare profitti utilizzando il servizio di gioco senza la previa autorizzazione di PUBG.

6) L’Utente non potrà utilizzare le informazioni ottenute tramite il servizio di gioco, quali copia, duplicazione, modifica, traduzione, pubblicazione o altra modalità di fornitura di tali informazioni ad altre persone, senza il previo consenso di PUBG.

7) L’Utente può essere ritenuto responsabile della distribuzione di informazioni false, non annunciate ufficialmente da PUBG, in qualsiasi modo che possa causare confusione ad altri utenti finali.

8) L’Utente dovrà informare PUBG di eventuali difetti di funzionamento (come bug, errori di sistema, programmi illeciti, ecc.) del servizio di gioco e non dovrà sfruttare e/o diffondere tali informazioni ad altri utenti. Se l’Utente dovesse scoprire una falla e non la dovesse comunicare a PUBG, ma inoltrasse l’informazione a un’altra persona, l’Utente potrebbe essere soggetto a limitazioni dell’uso dei servizi di gioco in conformità con il Codice di condotta, considerandosi il suo comportamento una cattiva condotta intenzionale.

9) L’Utente può inoltrare domande, suggerimenti e richieste riguardanti i servizi di gioco attraverso i canali elencati di seguito.

– Centro di assistenza clienti: https://support.pubg.com/hc/en-us

– Generalmente risponderemo prontamente a domande, suggerimenti, richieste e riscontri avanzati dall’Utente tramite il Centro di assistenza clienti; tuttavia la risposta potrebbe richiedere tempo, nel caso di una mole di lavoro elevata.

5. Politiche per la gestione della cattiva condotta

Allo scopo di offrire un’esperienza di gioco equa e piacevole per tutti gli utenti, PUBG ha definito delle politiche a cui tutti gli utenti devono aderire quando utilizzano il nostro servizio. Tutti gli utenti che usufruiscono del gioco sono tenuti a rispettare le seguenti regole.

1) Non utilizzare programmi e dispositivi hardware non autorizzati

Se l’Utente dovesse utilizzare programmi e dispositivi hardware non autorizzati, non consentiti né autorizzati dalla Società (denominati collettivamente “Hardware non autorizzato”, che incoraggia il gioco sleale mediante l’uso di mouse o altri dispositivi hardware specifici), potrebbe essere soggetto a pesanti penalità, quali l’interdizione permanente dal gioco e restrizioni sull’utilizzo del Servizio sui propri dispositivi hardware. La Società può condurre un’indagine sull’uso di programmi e hardware non autorizzati e il gameplay può essere limitato per un certo periodo di tempo durante l’indagine. Nel caso in cui l’Utente sviluppi, pubblicizzi, scambi o distribuisca programmi o hardware non autorizzati, la Società intraprenderà azioni legali contro la sua cattiva condotta e potrebbe richiedere alle autorità giudiziarie di indagare in conformità con le leggi pertinenti, nonché imporre penalità all’interno del gioco.

2) Non modificare il client di gioco, i server o i dati di gioco (pacchetto, ecc.)

Le modifiche non autorizzate al client di gioco (modifica del file ini, ecc.)/al server/ai dati di gioco (come ad esempio i pacchetti) sono azioni che interferiscono con i servizi di gioco e violano le leggi sul copyright.

3) Non sfruttare eventuali falle presenti nel gioco (bug e difetti di funzionamento)

Gli utenti scoperti a sfruttare gli errori e i bug riscontrati durante il gioco possono incorrere in pesanti penalità e adotteremo provvedimenti, utilizzando procedure ufficiali, affinché essi non ne approfittino indebitamente; inoltre i PB e gli oggetti ottenuti saranno rimossi.

4) Non discriminare gli altri (ad esempio, discriminazioni di carattere razziale o sessuale)

È inaccettabile mancare di rispetto o usare parole offensive nei confronti di altre persone, in funzione della loro razza, sesso, nazionalità, ecc. Preghiamo l’Utente di essere cordiale e rispettoso nei confronti di tutti i giocatori.

5) Non utilizzare nomi inappropriati

I nomi offensivi o che potrebbero evocare immagini negative sono considerati una violazione del Codice di condotta e potremmo adottare opportuni provvedimenti contro gli utenti che li creano. Esempi:

  • un nome sessualmente esplicito oppure osceno;
  • un nome creato con l’intenzione di impersonare PUBG Corp, Krafton o il nostro staff;
  • un nome di natura discriminatoria;
  • un nome che potrebbe violare il marchio o il copyright di terzi;
  • un nome sensibile oppure offensivo per qualsiasi altra ragione non menzionata sopra.

Inoltre, se l’Utente dovesse cambiare alcuni caratteri di un nome inappropriato, o crearne astutamente uno mescolando altri caratteri prima e dopo le lettere di un nome inappropriato, il suo nome sarà immediatamente modificato senza il suo consenso e/o saranno applicate misure punitive.

6) Non eseguire uccisioni squadra

L’uccisione squadra è proibita in quanto interferisce con il normale gioco di squadra, e potranno essere inflitte penalità laddove fosse stabilito che tale pratica sia intenzionale e recidiva.

7) Non unirsi in squadra (formare squadre al di fuori di quanto consentito dalla modalità di gioco selezionata)

La formazione intenzionale di squadre tra giocatori o con altre squadre in modi che il sistema PUBG non prevede in alcuna modalità di gioco, è considerata un comportamento inaccettabile e potrebbe comportare delle penalità. Qualora l’Utente abbia ottenuto vantaggi creando un team con un utente che utilizza, in modo continuo o intenzionale, un programma non autorizzato, sarà considerato membro di un team anomalo e soggetto a provvedimenti.

8) Non perseguitare altri giocatori da una partita all’altra

Potremmo imporre penalità all’utente che dovesse perseguitare altri giocatori al fine di interferire con il normale svolgimento del gioco.

9) Non pubblicare informazioni personali

Potremmo imporre penalità all’utente che dovesse pubblicare dati personali di terzi (ad esempio rivelando informazioni personali di terzi a terze parti o rendendole disponibili pubblicamente), in quanto questo comportamento è considerato un atto di violazione della privacy.

10) Non manipolare i risultati delle partite

Potremmo imporre pesanti penalità agli utenti che manipolano i risultati del gioco in modo sleale, traendone indebitamente vantaggio in cambio di denaro, beni e/o servizi, attraverso la manipolazione di account aggiuntivi oltre che del proprio account. Chi sarà scoperto perderà tutti gli oggetti ottenuti.

11) Non rubare l’account di altri utenti

Potremmo disabilitare l’accesso all’account dell’Utente che tenti di accedere all’account di un altro giocatore, a tutela dei dati e dell’account oggetto di tentata violazione.

12) Non allontanarsi dalla tastiera o interrompere l’attività di gioco durante una partita

Potremmo imporre penalità ai giocatori che si allontanano dalla tastiera durante una partita. Questo comportamento potrebbe svantaggiare i propri compagni di squadra o comunque compromettere l’esperienza di gioco. I giocatori che assumono ripetutamente un tale comportamento per guadagnare PB, PS o altri progressi e premi correlati all’account saranno penalizzati con l’eliminazione di tutti i progressi e degli oggetti legati all’account.

13) Non cedere/vendere account

Adotteremo provvedimenti in caso di accesso non autorizzato ad altri account, cessione o vendita dei medesimi o dei relativi dati di gioco in mancanza del nostro consenso scritto.

14) Non interferire con le operazioni commerciali

Se l’Utente diffonde informazioni false, usa in maniera impropria la piattaforma di assistenza ai clienti, si finge un nostro dipendente, crea e diffonde voci false o adotta qualsiasi altra condotta lesiva dell’ordinaria attività commerciale della società potrà essere soggetto a penalità proporzionate alla gravità della sua condotta, fino all’interdizione permanente dal gioco.

15) Non giocare in modo anomalo

Se si rilevassero modalità di gioco anomale, normalmente impossibili da eseguire nel nostro gioco, adotteremo misure contro l’account responsabile, in modo da creare un ambiente di gioco equo.

16) Altra cattiva condotta indefinita

Qualsiasi azione non definita nel presente Codice di condotta che abbia un impatto negativo sulla fornitura dei servizi di PUBG o che influisca negativamente sugli altri giocatori può essere oggetto di attenzione e penalità, in seguito a un attento esame delle circostanze.

6. Criteri di applicazione delle penalità per cattiva condotta

1) I criteri di applicazione delle penalità sono utilizzati per tutelare la fruizione del gioco da parte del cliente.

2) In caso di mancato rispetto del presente Codice di condotta, è possibile che l’accesso al servizio venga limitato senza preavviso in conformità con i criteri di applicazione delle penalità per cattiva condotta.

3) Se il tentativo di violazione va oltre l’ultimo tentativo elencato nella tabella sottostante, si applica la sospensione permanente.

4) Se l’Utente viola uno dei criteri elencati nella tabella sottostante e il suo ID compare nella top 10 della classifica di PUBG, tale ID sarà rimosso in maniera temporanea o permanente dalla classifica.

Tabella dei criteri di applicazione delle penalità per cattiva condotta

Criteri di applicazione della penalità per cattiva condotta Durata massima della penalità

 

Utilizzo, sviluppo, pubblicazione, scambio o distribuzione di programmi e dispositivi non autorizzati Sospensione permanente
Indagine sull’utilizzo di programmi e dispositivi non autorizzati 3 giorni di sospensione
Modifica di client di gioco, server o dati di gioco (pacchetto, ecc.) Sospensione permanente

 

Sfruttamento di bug e difetti di funzionamento Sospensione permanente

 

Azione discruminatoria (ad esempio, discriminazione di carattere razziale e sessuale) Sospensione permanente

 

Uso inappropriato del linguaggio (volgarità o linguaggio in altro modo offensivo) 30 giorni di sospensione
Utilizzo di nomi inappropriati 30 giorni di sospensione

 

Uccisione dei compagni di squadra Sospensione permanente

 

Teaming Sospensione permanente

 

Interferenza nel gioco 30 giorni di sospensione
Stalking Sospensione permanente

 

Pubblicazione di informazioni personali Sospensione permanente

 

Manipolazione dei risultati della partita Sospensione permanente

 

Condivisione account / Limitazione dell’utilizzo dell’Account (a tutela dello stesso)

 

Sospensione permanente
AFK Sospensione permanente

 

Entrave aux activités Interferenza con le attività commerciali (diffusione di informazioni false, utilizzo improprio della piattaforma di assistenza ai clienti, appropriazione dell’identità di un nostro dipendente, creazione e diffusione di voci false o adozione di qualsiasi altra condotta simile)

 

Sospensione permanente

Gioco anomalo

 

30 giorni di sospensione

5) Definiamo lo sfruttamento di bug e difetti di funzionamento come un atto che implica l’acquisizione di PB e oggetti sfruttando bug e difetti di funzionamento nel sistema (ad es. acquisto di un numero infinito di CASSE CASUALI senza costi in termini di PB e vendita di tali casse su Steam).

6) La penalità massima prevista dalla Società è l’imposizione del periodo di interdizione dal gioco di cui ai “Criteri di applicazione della penalità per cattiva condotta”; tuttavia, la gravità della penalità applicata sarà proporzionata alla gravità della cattiva condotta.

7) La Società potrebbe porre dei limiti all’esecuzione del gioco da parte degli utenti, se è rilevata una cattiva condotta da un dispositivo hardware specifico al fine di mantenere un ambiente di gioco leale.

8) Eventuali PB, elementi e altri dati associati ai personaggi potranno essere eliminati qualora ottenuti mediante cattiva condotta. In base alla gravità della medesima, potranno essere eliminati non solo i dati così ottenuti, ma anche tutti i dati del personaggio dell’Utente.

7. Politica relativa alla modalità di gioco personalizzata

È disponibile una modalità di gioco personalizzata in cui è possibile impostare il numero di membri della squadra, le condizioni meteorologiche, i limiti di bottino e varie altre opzioni di gioco. Attraverso questa modalità, PUBG può autorizzare solo un numero limitato di persone a creare una modalità di gioco personalizzata per fornire vari servizi di gioco come hosting di eventi e/o finalità di marketing.

8. Politica di recupero

Non siamo in grado di recuperare eventuali perdite derivanti dal mancato rispetto del Codice di condotta e di avvisi di gioco, avvisi visualizzati nella home page, regole, sistemi di gioco, ecc.

9. Politica relativa ai codici bonus/regalo (i “Codici”)

1) PUBG può fornire Codici per consentire ai clienti di riscattare e utilizzare le skin, incluse le skin per l’abbigliamento, le skin per le armi e altri contenuti di gioco (definiti collettivamente “Contenuti”) a titolo gratuito o a pagamento, tramite le aziende affiliate approvate o direttamente da PUBG. Per “Codice gratuito” si intende uno dei codici che PUBG concede ai clienti senza alcun addebito e che vengono utilizzati per finalità promozionali e di marketing. Se i clienti ottengono i Codici dopo aver partecipato a un evento e/o a un torneo, continuiamo a considerare questi Codici come Codici gratuiti.

2) PUBG può fornire Codici per consentire ai clienti di riscattare e utilizzare le skin, comprese le skin per l’abbigliamento, le skin per le armi e altri contenuti di gioco, sia a titolo gratuito che a pagamento.

3) I clienti possono ricevere i Contenuti dopo aver riscattato i Codici dal proprio account personale. È severamente vietato vendere e trasferire questi Codici in qualsiasi circostanza.

4) Un singolo Codice può essere utilizzato solo una volta e, dopo che i clienti avranno utilizzato/riscattato i loro Codici, questi non potranno essere riutilizzati, restituiti o rimborsati.

5) I Codici gratuiti scadono dopo 3 mesi dalla loro emissione e, qualora scaduti, non potranno essere riscattati dai clienti.

6) I Codici a pagamento hanno una data di scadenza di 5 anni dopo la loro emissione e i clienti non potranno riscattarli una volta scaduti. Tuttavia, nel caso in cui i codici scadano prima di 5 anni dalla data di emissione, i clienti possono richiedere a PUBG di estendere la loro validità fino a 5 anni dalla data di emissione. I clienti non potranno estendere la data di scadenza dei Codici gratuiti in nessun caso.

7) PUBG non sarà responsabile per eventuali danni arrecati al cliente o a terzi nel caso in cui i Codici siano stati acquistati tramite vendite od operazioni commerciali private e al termine del periodo di validità.

8) I codici acquistati tramite una società affiliata autorizzata sono soggetti ai termini e alle condizioni stabiliti dalla stessa e qualsiasi questione relativa ai Codici (ivi comprese richieste dei clienti, richieste di rimborso ecc.) sarà gestita dalla società affiliata con cui è stato effettuato l’acquisto.

Disposizione supplementare

Data di efficacia: 2 luglio 2020